Aloe vera e animali da compagnia

Aloe vera e animali da compagnia

Le innumerevoli proprietà dell’Aloe hanno contribuito ad estendere il suo uso terapeutico anche agli animali tanto di allevamento come da compagnia.

Già nel  XVII del resto, il suo uso si era diffuso nelle colonie inglesi d’America a partire dalla Giamaica, dove il nome di “Aloe cavalline”, si indicava un preparato ottenuto con gli scarti della lavorazione dell’Aloe vera che veniva destinato all’allevamento dei cavalli e utilizzato in tutto il Nord America.

L’utilizzo in campo veterinario dell’Aloe si sviluppa nel secolo scorso, intorno agli anni Settanta.

I risultati più confortanti dell’utilizzo dell’Aloe sono arrivati negli anni passati dal mondo dei cavalli: per tendinite, ferite ai pastorali, storte, lacerazione dei tessuti muscolari e infiammazioni articolari, ma anche per riequilibrare il sistema nervoso, grazie all’apporto di sali minerali nel caso di cavalli particolarmente irrequieti.

Tuttavia negli ultimi anni il campo di azione dell’Aloe nella medicina veterinaria si è ampliato.

Sempre più allevatori, per esempio, ricercano la qualità dei loro prodotti, tornando alla produzione biologica e cercando una riconversione dei sistemi produttivi; ecco allora che anche nell’allevamento hanno preso piede le cure fitoterapiche. In particolare da qualche anno è diventata prassi comune utilizzare l’Aloe nel trattamento di affezioni come la mastite, che colpiscono con frequenza le vacche da latte. Stati infiammatori della mammella, dovuti spesso all’utilizzo delle mungitrici elettriche sono piuttosto comuni e l’Aloe si rivela un perfetto antibatterico, antibiotico ed antinfiammatorio, senza rischi di eventuali residui nel latte ed effetti collaterali sull’organismo animale.

Così come in passato accadeva per i cavalli, l’Aloe è poi un ottimo integratore alimentare nello svezzamento dei vitelli, che già in tenera età sono separati dalle madri e alimentati artificialmente rischiando di crescere più deboli.

Ma l’Aloe trova applicazione anche nei piccoli animali da compagnia, con particolare riguardo alle stesse patologie per le quali è usato dall’uomo. Nel gatto, per esempio, che ha l’organo visivo molto sviluppato, si riscontrano molti problemi alla vista, che vanno dalla congiuntivite alla cateratta; in questo ultimo caso, la membrana opaca copre gran parte della cornea fino a rendere il gatto cieco. Il gel di Aloe, utilizzato come collirio ha degli effetti benefici, che nella maggior parte dei casi portano la guarigione.

Secondo numerosi ricercatori poi,  le forti proprietà curative (battericida, analgesica, cicatrizzante…) riscontrate per la cura degli animali confermerebbero l’efficacia della pianta intera, escludendo l’effetto placebo tipico nella somministrazione nell’uomo.

 

Aloe vera e animali de compagnia

FILO DIRETTO CON LA NUTRIZIONISTA

I nuovi oarri

Orari

lunedì - mercoledì 15:00 - 19:00
martedì - giovedì 9:00 -15:00
venerdì 09:00 - 13:00
sabato 9:00 - 12:00

per info e appuntamenti: cel. 3319838404

Raggiungi il tuo peso ideale ...ti accompagno?